Fin da quando sono nate nel 1970, con le prime email, le newsletter si sono rivelate degli strumenti di marketing estremamente efficaci e a basso costo

Un mezzo rapido per raggiungere una vasta platea di utenti, a condizione però di saper usare le tecniche giuste per mantenere alto l’interesse del lettore e magari farlo arrivare a desiderare il clic finale alla call to action. Gli ingredienti di una newsletter efficace si basano su tecniche semplici ma essenziali per agevolare il lettura e renderla un viaggio divertente, interessante e unico:

 

  • Un oggetto breve e incentrato sul valore del messaggio

 

  • Spiega il come e il perché, non il cosa. Tante volte ci soffermiamo a discutere troppo per spiegare cose che probabilmente interessano solo a noi. Le domande giuste a cui rispondere sono: Come possiamo aiutarti? Perché scegliere il nostro brand?

 

  • Organizza il contenuto anche a livello grafico. Sai che l’80% delle persone che riceve una mail con solo del testo, magari senza suddivisione in paragrafi, non arriva nemmeno alla seconda riga?

 

  • La call to action: la soglia tra semplice email e l’azione deve essere incentrata sui benefici. Che sia uno sconto, un ebook gratuito o dei fantasmagorici segreti da scoprire. Scegli tu, e scegli bene. Un “clicca qui” funziona sicuramente meno di un “scopri i vantaggi di oggi!”

 

e infine scatena la fantasia e libera la creatività!

Perché le newsletter più efficaci sono quelle che pensano fuori dagli schemi, sia con le parole che con la grafica, e che riescono a catturare l’attenzione anche solo al primo sguardo, o alla prima riga.